Scienza

Mada’in Salih: Foto e storia della seconda città Nabatea dopo Petra

Rovine di Mada'in Salih in Arabia Saudita

Mada’in Salih: Sempre alla ricerca di tutta la bellezza del mondo, oggi vi parlo di una località sconosciuta ai più, lungo la via carovaniera che collega la città santa di Medina in Arabia Saudita alla Siria, si tratta di Mada’in Salih. Città molto bella che immediatamente ne ricorda una simile, ovvero Petra, anche Mada’in Salih fu infatti un centro Nabateo, il più importante al margine sud della loro sfera d’influenza politica e commerciale, anche questo cento peraltro fu scavato nella roccia, tanto che la zona viene chiamata anche al-Hijrluogo roccioso“.

L’intera area archeologica di Madaʾin Salih, nota un tempo anche come Hegra, contiene 111 tombe monumentali, 94 delle quali decorate con influenze Assire, Egizie, Fenice ed Ellenistiche (ma anche mura, torri, condotti d’acqua e cisterne) dislocate lungo oltre 13,4 chilometri di deserto, che necessitano di molte ore e di una guida esperta per essere visitate completamente. Numerose anche le epigrafi in svariate lingue come il Lihyanite (popolazione precedente all’arrivo dei Nabatei, dei quali divennero poi alleati e che lascio nelle grotte oltre 50 splendide iscrizioni e disegni), Nabateo, Talmud, Greco e Latino (la città fu occupata dai legionari di Traiano). Non per niente è un sito riconosciuto dall’ Unesco come patrimonio mondiale dell’ umanità. Ad aggiungere fascino poi vi è la citazione della città nella sura XV del Corano intitolata al-Hijr a causa dei quali versetti, molti sauditi sconsigliano in buona fede, a musulmani e non, di evitare di recarsi in questo luogo. 

Ho fatto un pò fatica a trovare foto libere da copyright, ma alla fine ce l’ho fatta grazie a Wikipedia e a Youtube (con uno splendido video), gustatevele anche se non rendono appieno l’idea, per questo ne trovate molte altre tra i links utili più sotto 🙂

Leggi tutto »Mada’in Salih: Foto e storia della seconda città Nabatea dopo Petra

Terremoti: Ecco l’applicazione BlackBerry che avvisa dell’arrivo di una forte scossa

L'Applicazione salvaterremoti per blackberry, già attiva in Messico

L’applicazione salvaterremoti per blackberry, già attiva in Messico: Tutti sanno che i terremoti non si possono prevedere, almeno allo stato attuale delle conoscenze scientifiche, c’è però la possibilità, a quanto pare, di potersi giostrare fino a una decina di secondi nel caso la scossa non sia proprio vicinissima e abbia necessità di un certo lasso di tempo per farsi sentire.

Fino a 10 secondi in più per salvarsi:

Leggi tutto »Terremoti: Ecco l’applicazione BlackBerry che avvisa dell’arrivo di una forte scossa

Grande Muraglia Cinese: Scoperti altri 100km in Mongolia!

La grande muraglia cinese

Sono stati scoperti nel sud della Mongolia, e non in Cina come ci si aspetterebbe, altri 100 km di Grande Muraglia Cinese, piazzati nel deserto del Gobi, sono costituiti ormai solo da piccole collinette alte neanche 3 metri a brevissima distanza le une dalle altre, tanto che per essere tracciato è stato utilizzato anche Google earth. Ne parla il servizio di Marzo del National Geographic cinese e si tratterebbe di un tratto di muro comunemente noto in loco come Muraglia di Gengis Khan, nella regione di Ömnögovi e che è stato per la prima volta studiato scientificamente. La muraglia di Gengis Khan era qualcosa che apparteneva più al mito che alla realtà e sebbene i cinesi del posto ne abbiano conosciuto a tratti le rovine, nessuno lo ha mai trovato di un qualche interesse. Mura erette parte in fango e paglia (una pianta desertica chiamata Saxaul, che ne ha permesso una datazione al radiocarbonio tra il 1040 e il 1160 dopo Cristo) e parte in roccia vulcanica.

Quale l’origine del nuovo pezzo di Grande Muraglia Cinese?

Leggi tutto »Grande Muraglia Cinese: Scoperti altri 100km in Mongolia!

Costumi da Bagno e Vestiti dal Riciclo delle Reti da Pesca!

Aquafil, grazie all' EcoNyl arrivano i vestiti nati dalle reti da pesca!

Oggi parliamo dell’ Econyl Recycling System, un innovativo processo industriale studiato e introdotto dall’ italianissima Aquafil nel 2011, per la produzione di polimero di nylon 6 a partire da rifiuti, sia normali che industriali, e capace di generare dal nulla una nuova filiera del riciclo, ripulendo l’ambiente e creando nuovi posti di lavoro.

Infatti sarà possibile ottenere ad esempio costumi da bagno e vestiti dal riciclo di prodotti composti in tutto o in parte da poliammide 6 e giunti a fine vita, tanto per capirci si tratta soprattutto di reti da pesca, fluff (parte superiore di tappeti e moquette), tessuti rigidi e componentistica plastica.

 

640 mila tonnellate di reti da pesca alla deriva in tutti i mari del globo:

Leggi tutto »Costumi da Bagno e Vestiti dal Riciclo delle Reti da Pesca!

Scoperto Ossigeno su Dione, luna di Saturno!

Titano, Dione e sullo sfondo gli anelli di Saturno

Altra scoperta sensazionale arriva dallo spazio e più precisamente da Saturno, dopo Rhea infatti, anche nell’atmosfera di Dione sarebbe presente l’ossigeno (sono 62 le lune di Saturno), come rilevato dalla sonda Cassini ad inizio mese e rivelato dagli scienziati del Los Alamos National Laboratory negli USA. La notizia per quando sbalorditiva va però contestualizzata, tale ossigeno infatti non avrebbe origine da un processo organico (che coinvolge quindi la vita) e sarebbe inoltre estremamente rarefatto, una molecola di ossigeno ogni 11 centimetri cubi di spazio (ovvero 90.000 molecole per metro cubo), praticamente la stessa quantità presente nell’atmosfera terrestre a 480 chilometri (si, 480 mila metri, circa 60 Everest uno sull’altro) di altezza!!! 

Da dove viene l’ossigeno su Dione?

Leggi tutto »Scoperto Ossigeno su Dione, luna di Saturno!

Ostello di Stoccolma ospitato in un Jumbo 747

Foto di Jumbo Stay, Stoccolma
Questa foto di Jumbo Stay è offerta da TripAdvisor.

Se non è l’Hotel più strano del mondo poco ci manca, ci troviamo infatti in Svezia, presso una pista secondaria ed ormai dismessa dell’ Aeroporto Arlanda della capitale Stoccolma, ecco parcheggiato una grande Jumbo747 trasformato in albergo! Con tanto di zona bar (foto sopra), camere con bagno personale ma anche stanze con tanti letti in stile ostello, si chiama “Jumbo Stay“.

Ok forse non sarà l’Hotel più romantico d’Europa, ma di bello almeno c’è l’idea, assai curiosa, senza contare che il velivolo è stato riciclato nel migliore dei modi. Ah.. sempre in Svezia c’è anche il Tree Hotel, l’Hotel nella casa sull’albero 😉 

 

Altre foto del Jumbo Stay:

Leggi tutto »Ostello di Stoccolma ospitato in un Jumbo 747

Costa Rica: La favola del paese felice che rispetta l’ambiente

Foto di Costa Rica
Questa foto di Costa Rica è offerta da TripAdvisor.

Il Costa Rica è un paese peculiare, stretto fra l’Oceano Pacifico e i Caraibi, nella parte meridionale dell’ istmo centroamericano, può vantarsi di avere la più vasta varietà di orchidee del mondo e allo stesso tempo di non avere un esercito!

Il Costa Rica infatti è uno degli esempi più interessanti di sviluppo sostenibile e di gestione del proprio patrimonio naturale e culturale, pur essendo infatti solo al 77esimo posto delle classifiche mondiali come Pil pro capite, è stato però più volte al vertice dell’indice HPI di felicità umana: “Ha il più alto indice di sviluppo umano, un elevato tasso di alfabetizzazione, protegge la Natura fin dai primi articoli della propria Costituzione, ha tutelato il 30% del proprio territorio con parchi nazionali e, al suo interno, ha il 5% dell’intero patrimonio di biodiversità mondiale“.

Proprio per questo è stato scelto dalla Onlus italiana Greenaccord, come luogo che ospiterà il X Forum internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura, organizzato a San José (la capitale), dal 30 ottobre al 3 novembre 2012. 

Così l’ambasciatore in Italia del Costa Rica: “Siamo uno Stato piccolo. Eppure la scelta di destinare risorse non alle spese militari ma alla tutela del nostro territorio e all’istruzione sta dando grande soddisfazione ai nostri cittadini. Far conoscere i vantaggi di simili scelte ci permette di creare un fronte comune che può incidere nelle scelte fatte a livello internazionale”.

Insomma, un altro mondo è possibile 🙂

 

Alte foto e links utili sul Costa Rica

Leggi tutto »Costa Rica: La favola del paese felice che rispetta l’ambiente

San Francisco “Zero Waste”: 100% raccolta differenziata e riciclo nel 2020

Golden Gate a San Francisco, città leader nella raccolta differenziata

Il progetto ZERO WASTE in atto ormai da 15 anni sta facendo proseliti, specie negli Stati Uniti, con l’obiettivo di portare a ZERO entro il 2020 la percentuale di rifiuti non riciclata (ad oggi a San Francisco si riciclano il 78% dei rifiuti prodotti) e quindi conferita in discarica. Ma come fanno la raccolta differenziata nella seconda città degli Stati Uniti per concentrazione di abitanti? La ricetta alla fin fine è abbastanza semplice, rendere la raccolta differenziata più semplice e conveniente sotto lo slogan “our home, our city, our planet“:

Leggi tutto »San Francisco “Zero Waste”: 100% raccolta differenziata e riciclo nel 2020

Tempeste Magnetiche Solari – Foto del 7 e 10 Marzo 2012

Tempesta Solare, foto del Sole il 7 Marzo 2012

E’ stato un Marzo molto intenso dal punto di vista delle Tempeste Solari, violente eruzioni di particelle scaturite dal Sole hanno investito la nostra Terra soprattutto il 7 e il 10 Marzo 2012, col rischio che Satelliti, Cellulari e qualsiasi altro tipo di comunicazione ad alta frequenza sul nostro pianeta potesse venire disturbata se non interrotta. Tutti eventi che alla fine non si sono verificati e i disagi sono stati minimi, fantastico però lo spettacolo offerto dalla nostra Stella che ha solo incrementato lo splendore delle Aurore Boreali. Sopra vedete una foto del Sole scattata proprio il 7 Marzo 2012, sotto le invece il 10 Marzo 2012 e infine subito dopo una foto di oggi, giornata in verità piuttosto tranquilla. Guardate che bellezza pazzesca, per ognuna di esse ho scelto un filtro differente, la fonte è il sito della Nasa (qui trovate le foto del Sole e qui invece potete cercare le foto del Sole del giorno che desiderate).

 

Schema delle Tempeste Solari, ecco come investono la Terra:

Tempesta Solare, schema, ecco come investe la Terra

La fonte è sempre la Nasa, via Wikipedia.

Qui invece le ultime Tempeste Solari raccontate dall’Ansa.

 

Eruzione solare del 10 Marzo 2012, foto:

Leggi tutto »Tempeste Magnetiche Solari – Foto del 7 e 10 Marzo 2012

TuNur: Energia Solare del Deserto Tunisino illuminerà l’Europa

Energia Solare dal Deserto della Tunisia per l'Europa

Si chiama TuNur il progetto che, sostenuto dal Governo Tunisino e dalla fondazione Desertec, punta ad installare 825mila eliostati nel deserto Tunisino. Gli specchi avranno il compito di seguire e riflettere la luce  producendo, alla fine del processo, tanta energia elettrica (tecnologia del solare termodinamico, che ha tra i più grandi sostenitori lo scienziato italiano e premio Nobel Carlo Rubbia), ben 2 gigawatt cioé l’ equivalente di due centrali nucleari di media potenza.

 

Energia elettrica solare e pulita per 700 mila abitazioni Europee:

Leggi tutto »TuNur: Energia Solare del Deserto Tunisino illuminerà l’Europa