buddismo

Foto Ellora Caves: Scopriamo le immense Grotte Tempio dell’ India!

Foto di Ellora Caves, Aurangabad
Questa foto di Ellora Caves è offerta da TripAdvisor.

Oggi, nel nostro viaggio intorno alla bellezza nel mondo, vi porto in India, per la precisione ad “Ellora caves“, ovvero alle “grotte di Ellora“, straordinario luogo di culto e pellegrinaggio collettivo per Buddisti, Induisti e Gianisti, che hanno scavato interamente nella roccia i loro templi e santuari. Si tratta infatti di una delle maggiori località di architettura rupestre di tutto il subcontinente indiano, siamo a circa 30km da Aurangabad nel Maharashtra.

Sono ben 34 le grotte scavate, ampliate, ma soprattutto splendidamente decorate tra il V° e il X° secolo soto la dinastia Rashtrakuta e ore protette dall’ Unesco: le grotte numerate da 1 a 12 appartengono alla tradizione buddhista, quelle da 13 a 29 all’arte Chalukya di tradizione brahmana e induista (VII-IX secolo), le ultime da 30 a 34 (IX-X secolo) sono invece gianiste.

Su Wikipedia su legge: “Tra il gruppo buddhista particolare importanza hanno i vihara Do Thal e Tin Thal e il chaitya di Visvakarma. Del secondo gruppo sono spiccano i templi Ravanaka-Khai e Dasavatara dedicati rispettivamente a Shiva e a Visnu ma soprattutto il famoso tempio Kailasanatha (o Kailasa) dedicato a Shiva che, costruito con un solo blocco, tenta di rendere visibile all’uomo il sacro Monte Kailash dimora del dio. Questo tempio, risalente all’VIII secolo, conserva traccia di pitture del tutto simili ai celebri cicli di Ajanta ed agli affreschi di Badami. L’influenza architettonica e il tipo di decorazione plastica del Kailasanatha è riscontrabile anche nel terzo gruppo giainista“.

Ma le foto rendono più di mille parole, perciò vi lascio alla loro visione, a fine articolo trovate tanti links utili, sia in italiano che in inglese 🙂

 

Ellora Caves – Tutte le foto e i links utili:

Leggi tutto »Foto Ellora Caves: Scopriamo le immense Grotte Tempio dell’ India!

Scoperti in Cina i resti di Siddhartha, il fondatore del Buddismo

La custodia che custodirebbe alcuni dei resti del Gautama Buddha  in cina La predicazione del Gautama Buddha nel Parco dei cerbiatti a   Sarnath (Mrigadava) presso Vārāṇasī (Benares) in India  

E’stata aperta pochi giorni fa la custodia d’oro che conterrebbe i resti di Siddhārtha Gautama, ovvero Gautama Buddha, detto anche Śākyamuni, è stato lui il fondatore del buddhismo (o buddismo).

Secondo i monaci buddisti cinesi e gli archeologi si tratterebbe della parte superiore del cranio di Sakyamuni.

L’osso parietale di Sakyamuni, presumibilmente recuperato dalle ceneri di cremazione di Sakyamuni, era stato conservato in una pagoda in miniatura di nome la Pagoda del re Asoka e portato alla luce due anni fa, in un santuario sotterraneo costruito nel 1011 sotto l’ex Tempio Changgan di Nanchino (cit.).

La pagoda di Nanchino (Nanchino è la capitale della provincia di Jiangsu), è secondo la leggenda una delle decine di migliaia di “pagode del re Asoka” che conterrebbero i resti di Sakyamuni, la Cina ne aveva 19 ora solo 7 (fonte).

La curiosità:

 

Leggi tutto »Scoperti in Cina i resti di Siddhartha, il fondatore del Buddismo

Il gioco delle bugie che non ha aiutato il mondo

Mandei - fotoAutocitarsi fra sempre un certo effetto, ma quì mi è necessario per riprendere il concetto che chiudeva il post Mitza Fanebas, quando scrissi “E’ un luogo che aiuta a comprendere che nessuno di Noi è puro, siamo tutti figli di una storia complessa e perdere il proprio tempo a cercare di sistemare tutto ciò che ci sta attorno in categorie troppo strette e sistemiche è tanto inutile quanto stupido.

Per spiegarvi meglio tale concetto, cioé per farvelo intuire in maniera più semplice, ho scelto un vecchio gioco di cultura e scuola Mandea, il quale ci da un’utile chiave di interpretazione sul perché il mondo stia andando a rotoli..

 

Leggi tutto »Il gioco delle bugie che non ha aiutato il mondo